Savour

Savour

IL VINO

L’appassimento delle uve come strumento per esaltare le caratteristiche dei singolari vini dell’azienda. Rosso rubino classico, intenso, fitto, velato. Olfatto nobile, che è quasi sintesi di antico e moderno: antico nell’intransigenza del Pinot Nero ad essere assemblato a certe varietà; moderno nel frutto, una marasca ancora vivissima, come già il colore del vino lascia presagire. Sottobosco selvatico. Canfora. Vaniglia. È un vino in espansione di personalità. Il palato ha la succosità del frutto maturo, la gentilezza del tempo, elegante con grande equilibrio tra morbidezza ed acidità. Prodotto solo nelle annate importanti.

ABBINAMENTI CULINARI

Da assaporare in abbinamento a cacciagione da piuma con cotture prolungate, oppure con brasati di manzo e formaggi di fossa decisamente stagionati. Da dessert è ottimo con formaggi, miele e frutti secchi.

IL VINO

L’appassimento delle uve come strumento per esaltare le caratteristiche dei singolari vini dell’azienda. Rosso rubino classico, intenso, fitto, velato. Olfatto nobile, che è quasi sintesi di antico e moderno: antico nell'intransigenza del Pinot Nero ad essere assemblato a certe varietà; moderno nel frutto, una marasca ancora vivissima, come già il colore del vino lascia presagire. Sottobosco selvatico. Canfora. Vaniglia. È un vino in espansione di personalità. Il palato ha la succosità del frutto maturo, la gentilezza del tempo, elegante con grande equilibrio tra morbidezza ed acidità. Prodotto solo nelle annate importanti.

ABBINAMENTI CULINARI

Da assaporare in abbinamento a cacciagione da piuma con cotture prolungate, oppure con brasati di manzo e formaggi di fossa decisamente stagionati. Cioccolato fondente e meditazione.

ANNATA 2016

Annata ideale per gli appassimenti. Estate contraddistinta da un caldo asciutto. Le parcelle sono in posizioni in cui le correnti provenienti dal mare creano un microclima adatto alla maturazione ed all'appassimento. Escursioni termiche tra il giorno e la notte hanno permesso un'ottima e graduale maturazione tecnologica e accumulo di materia colorante sulle bucce. In questa annata il rovere usato in modo esemplare si percepisce in modo molto modulato e consente al vino di esprimere con più chiarezza il vitigno ed il territorio. Frutto che oscilla tra la ciliegia nera e la prugna, una spolverata di pepe, la nota erbacea del cabernet si chiude sul finale.

ANNATA 2015

Annata che rimarrà nei testi. La freschezza della primavera e le giuste precipitazioni hanno consentito un buon accumulo idrico nel terreno. Vigne vecchie anche per il pinot nero varietà molto sensibile alle scottature, che hanno sopportato in modo elegante la lunga estate calda. La conduzione della vigna in biologico ha mostrato la sua efficacia. Importante tenore alcolico ma calibrato da una buona acidità. Colore denso, ripenetrante e profondo, è un blu notte fitto con riflessi porpora. Ci si perde nei profumi, armonici, composti, generosi, che non cedono alla dolcezza della su maturazione; Una su maturazione soprattutto del Sangiovese che dona morbidezza e complessità.

VIGNETI MONTE MASSA

In questo piccolo ed irripetibile Terroir nasce un vino elegante e nobile. Monte Massa, 300 mt s.l.m, situato fra le prime alture dell’Appennino offre una visuale a 360° sul territorio circostante che si spinge fino al mare. Immerso nella quiete, il “Monte”, era stato eletto luogo di notevole fertilità fin dall’epoca Romana, adatto ad ospitare ampie distese di coltivazioni di viti che si susseguono senza sosta lungo la superficie collinare. Il suolo, derivante da un substrato sostanzialmente argilloso, presenta successioni di rocce costituite prevalentemente da carbonato di calcio. Mediamente profondo e facilmente esplorabile è fonte di benessere per la vite, ciò si traduce in maturazioni lente e prolungate con uve integre grazie anche ad una costante e asciutta ventilazione.